led home

Direttiva EuP – illuminazione di uffici, ambienti industriali e stradale

 

Le linee guida che definiscono i requisiti minimi per l’illuminazione fanno riferimento all’efficienza energetica delle lampade durante l’intero ciclo di vita. Per quanto riguarda l’illuminazione stradale, commerciale e industriale, la regolamentazione stabilita dalla direttiva prevede un divieto graduale di produzione ed importazione delle lampade poco efficienti, a partire da settembre 2010.

Scadenze – Programma di eliminazione graduale per l’illuminazione di uffici, ambienti industriali e stradale

2017

  • Eliminazione delle lampade ad alogenuri metallici (MH)
    a bassa efficienza (solo E27/E40/PGZ12)

2010

  • Divieto di immissione lampade fluorescenti T8 al fosforo
    mediante requisiti di efficienza minima

2012

  • Divieto di immissione delle lampade fluorescenti T12

  • Divieto di immissione delle lampade al sodio ad alta pressione (HPS):
    HPS standard (solo con attacco E27/ E40/ PGZ12)

  • Divieto di immissione delle lampade ad alogenuri metallici (MH):
    lampade MH meno efficienti (solo con attacco E27/E40/PGZ12)

2014

  • Revisione del Regolamento da parte della Commissione Europea

2015

  • Divieto di immissione delle lampade al mercurio ad alta
    pressione (HPM)

  • Divieto di immissione delle lampade al sodio ad alta pressione plug-in
    per la sostituzione diretta di lampade HPM (le lampade plug-in devono
    corrispondere a livello delle Super/Plus HPS; quasi tutte le lampade
    plug-in per la sostituzione diretta delle HPM saranno bandite)

2017

  • Divieto di immissione delle lampade ad alogenuri metallici con
    basse prestazioni (MH) (solo con attacco E27/E40/PGZ12)

 

Informazioni aggiornate a dicembre 2008; i dati riportati potrebbero essere diversi dalla versione finale della Direttiva EuP.

Definizione di 'divieto di prima immissione sul mercato

Graduale divieto di prima immissione sul mercato significa che i prodotti coinvolti dalla Direttiva non possono più essere immessi sul mercato EuP. Questo divieto si riferisce solo alla commercializzazione iniziale, ma non alle scorte esistenti presso i produttori di apparecchi d’illuminazione (OEM), i grossisti, i rivenditori di materiale elettrico e gli utenti finali, che possono continuare ad essere vendute e utilizzate sul mercato. La Direttiva EuP non stabilisce alcuna misura relativamente all’utilizzo.

 

fonte: Osram

 

indietro